Disabilità
Si divertono a sgranare gli occhi, storcere la bocca, finché sul video non appare una ragazza disabile che simpaticamente mette un dito nel naso.

E’ in questo momento che avviene lo strappo. Mentre i genitori, imbarazzati si limitano a guardarla, i bambini continuano a giocare perché per loro non c’è alcuna differenza tra la smorfia di un adulto e quella di una bambina disabile. Per loro la disabilità è una normalità. Il messaggio lanciato dall’associazione Noemi con il video “The eyes of a child” è di cambiare il modo in cui la società guarda le persone con disabilità multiple. 

Forse per superare le barriere sociali della disabilità occorre guardare il mondo con gli occhi di un bambino. Un po’ di genuinità, meno pregiudizi e timori, per accettare la diversità.

 

Calendario Ecm

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Chi siamo

FeradoNel 2007, su iniziativa di giovani professionisti, provenienti dal settore del marketing e dell'organizzazione eventi, nasce Qiblì.
Leggi tutto

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email nella nostra mailing list per rimanere aggiornato sulle nostre attività.


Qiblì srl

V.le Gramsci, 138 - 74023, Grottaglie (Ta)
Email: info@qibli.it
PI: 02673960734
Vai all'inizio della pagina